A São Paulo alla ricerca di un editore

martedí 29 giugno 04
Ieri sera tardi sono arrivato a São Paulo. Avevo preso accordi per questa mattina con padre Danilo Mondoni responsabile dell’editora Loyola. Questa mattina quasi puntuali con Gaetano e Carmine, siamo andati nel quartiere di Ipiranga alla sede della casa editrice e li abbiamo incontrato il presidente e anche un professore della PUC di São paulo che é rimasto interessato al libro di Carmine “responsabilitá”.
La cosa simpatica é che io avevo inviato un mese fa alla casa editrice il libro per posta (con ricevuta di ritorno). Ma loro mi dicevano di non aver ricevuto il libro e, su mie insistenze, affermavano che avevano cercato dappertutto senza risultato. Dopo le presentazioni e anche la presentazione del libro di Carmine, io non mi arrendevo all’idea che fosse andato perduto, allora ho chiesto della persona che riceve i libri e ho parlato con lei. Mi diceva che il libro non risultava e che si é perso da qualche parte nella casa editrice. Se io insistevo e se lasciavo solo a lei il compito di cercare cercare non sarebbe successo a molto dato che arrivano circa 500 libri alla settimana. Ma non mi sono arreso e ho chiesto chi puó poteva darmi una mano. Siamo andati alla segretaria vicina (quella personale del presidente) e mostrandogli la copertina del libro si é ricordata che stava sotto una pila di libri. Trionfante sono tornato alla riunione con il mio tesoro ritrovato, puó sembrare una vanagloria personale, ma invece é testardaggine di italiano.
Alla domanda quali sono le tematiche piú dibattute in Brasile loro hanno risposto che prima di tutto c’é la tematica della cittadinanza, in secondo viene la tematica della bioetica, ma anche il tema della responsabilitá é molto discusso.
La casa Editrice Loyola é tra le piú importanti in ambito religioso del Brasile, se non quella che attualmente pubblica di piú.
La prima impressione dell’incontro é positiva, specialmente l’incontro con il filosofo, sperando non solo che legga il libro e che lo pubblichino, ma anche che si creino contatti attorno alle tematiche.
Il filosofo ha anche ricordato che Levinas é molto letto e studiato in Brasile (i lavori di Carmine fanno spesso riferimento a Levinas). Carmine ha ripetuto varie volte che il suo libro non é un libro filosofico, ma maggiormente biblico ed etico.
Gaetano e Carmine erano contenti della visita a Salvador e anche di Recife. Sono rimasti entusiasti dell’incontro con Luis Tenderini e del racconto della sua storia di vita, legata a quella di Dom Helder Camara.

Al pomeriggio di oggi ho incontrato tre brindisini (Giorgio, Paolo e un prete di cui non ricordo il nome) e con loro ci siamo messi d’accordo per il loro passaggio per Rio de Janeiro.
Con loro siamo andati in cima al grattacielo della Banespa, tra i piú alti della cittá a vedere la grandezza del mostro fatto di 17 milioni di abitanti.
Li ho abbandonati verso le quattro.
Domani incontro con un’altra casa editrice, la Paulus e al pomeriggio con Gaetano, Carmine, Paolo ed Edith andiamo alla comunitá di Jardim Lourdes (comunitá di cui aveva parlato Paolo alla festa di Macondo) per fare con loro la festa Junina.
Mauro F