Il Potere Parallelo

Carissimi vi mando queste foto per farvi capire cosa succede a Rio e
come la gente delle favelas, può vivere chiusa tra il fuoco dei
trafficanti e quello della polizia.

Qui sotto la foto aerea di una delle zone calde: la favela della
Rocinha che vedete nel cerchi a destra, che è in lotta con la favela
vicina del Vidigal a causa delle due fazioni che si contendono il
dominio delle bocche di fumo, cioè dei centri dove la gente (
specialmente i figli dei ricchi) va a comprare la droga, coca e
marijuana. Vicino alle favelas la zona bene di Ipanema e Leblond dove
abita una parte dei ricchi ed è una zona turistica.

pp1

pp2Ecco la Rocinha dalla parte
alta, nel suo lato che guarda verso l’atlantico. Ai suoi piedi,
grattacieli e centri commerciali. La rocinha è la maggiore favela
dell’america latina ( 200-250 mila abitanti)

pp3Rocinha dal basso

pp4Rocinha di notte, un vero spettacolo di luci, sembra un presepe.

pp5E arriviamo a scene che si
vedono in tutte le favelas e anche abbastanza frequentemente, come nei
giorni scorsi. Queste foto riguardano la settimana santa di questo anno
quando la fazione rivale ha cercato di occupare la favela. Di questo
non ci sono immagini perché gli assaltanti sono entrati di notte e
hanno interrotto la corrente elettrica e bloccato la strada principale
che passa ai piedi. Il giorno dopo la polizia è intervenuta e ha
cominciato a salire la favela. Come avete capito la maggioranza delle
favelas sono lungo un costa di una collina, normalmente non ci sono
strade, ma solo viottoli e scalinate, e la gente come anche la polizia
deve farsi tutte le scale.

Qui vedete la polizia che tenta di salire con precauzione, sotto il fuoco dei trafficanti.

pp6Polizia di guardia dopo
aver conquistato posizione. Normalmente per queste operazione cè anche
una polizia speciale, ma quando la favela è grande bisogna impiegare
tutte le forze disponibili.

pp7Poliziotti che stanno aspettando il via libera per salire

Normalmente la gente quando la polizia arriva o inizia la sparatoria
cerca di scappare in casa, comunque cerca di proteggersi dalle
pallottole che non hanno mai un nome. Spesso le sparatorie avvengono
alla sera e spesso la gente che torna dal lavoro non può ritornare a
casa. Aspetta fuori dalla favela finché tutto finisce. Può capitare che
vada a dormire da amici. Può capitare che se il conflitto viene di
notte o di mattina la gente non esca di casa per andare a lavorare.

In questo caso vedete che ne i giorni prima della pasqua (hanno l’uovo
di cioccolato in mano) vanno a fare la spesa in un clima di presenza
massiccia della polizia con armi sempre pronte.
pp8 pp9 pp10

Sempre le operazioni di polizia in favela hanno l’appoggio di un
elicottero specie delle favelas che sono ai fianchi delle colline.
Dall’alto si può vedere il nemico.

La foto scattata nella favela di Vigario Geral sembra cosa da guerra in
Iraq, ma è normale vedere durante il giorno gli elicotteri volteggiare
sopra le favelas.

pp11 pp12

In alcuni casi hanno anche chiamato l’esercito. Questa foto riguarda la
settimana della pasqua. Cè una continua discussione tra i politici se
usare o no l’esercito in questi casi o per avere una presenza massiccia
dentro le favela. Finora le voci sono state per il no.

Poi la guerra comincia e le foto che seguono sono le ferite che rimangono sui muri, segnati per sempre.
Molti ringraziano Dio perché le pallottole entrate in casa sono sfiorate vicino, ma per questa volta non hanno ucciso nessuno.
pp13 pp14 pp15 pp16

La gente nei giorni successivi guarda non curanza la polizia che
continua a pattugliare, vicoli e violetti. Finchè passata la bufera,
tutto ritorna come prima.

Ma sempre sul terreno resta qualche morto, specco trafficanti, ma
altrettanto spesso gente innocente che si è trovata in mezzo o
scambiata per trafficante. Poche volte poliziotti.

pp17 pp18

La discesa della favela con il morto di solito è fatta con un lenzuolo
perché si va bene a trasportare, raramente con la cariola, ma accade.
pp19

Operazione di routine nella favela di Vigario Geral. La gente convive
di giorno con la polizia che gira armata e di notte con i trafficanti,
anche loro armati.
pp20

Mappa delle favela di Rio Il grafico ci dice che il 29% della popolazione vive in Favela, 1,7 milioni,
pp21

Spero con queste foto di avervi dato una piccola idea di come la gente
vive, di qual è il clima di una grossa fetta della popolazione.
Normalmente la mia vita si svolge fuori da questi luoghi, ma queste
scene le vedi anche lungo le strade principali perché la polizia
controlla le vie di comunicazioni.

Un abbraccio Mauro