Il vostro aiuto a Edilberto Sena e José Boeing

L’appello per salvare la vita a Edilberto Sena e José Boeing, che diversi di voi hanno sottoscritto, ha mosso l’interessamento di stampa e delle Autorità a cui ci siamo rivolti.
Abbiamo delle novità a conferma che il vostro e nostro impegno non è stato vano.
Il nostro presidente e il nostro vice presidente sono stati nei giorni scorsi in Brasile e Cile e hanno incontrato, fra gli altri, anche Edilberto.

Edilberto ha riferito che gli sono arrivati diversi attestati e contatti e tra gli altri quello dell’Ambasciata italiana in Brasile, la quale ha chiesto dirette informazioni sulla situazione attuale e ha insistito perché faccia pure conto su di lei per necessità o difficoltà che dovesse incontrare.

Si son fatti vivi anche diversi organi di stampa, tra cui la CNN e Al Jazira.
Fatto curioso, che dimostra l’allegria di Edilberto, quando ha sollevato il telefono ed ha sentito la voce che si dichiarava come reporter di Al Jazira, dopo un momento di perplessità ha esclamato: "Ah! E’ il mio amico Bin Laden", provocando dall’altra parte del telefono una risata sonora.

Un grazie di cuore a tutti voi che ci avete aiutato, al nostro Ministero degli Esteri, e all’Ambasciata Italiana in Brasile. I canali che potevamo attivare si sono accesi. Speriamo che questo possa aiutare Edilberto e José.

Continueremo a porre attenzione alle loro sorti, ora sappiamo che abbiamo diversi amici su cui contare.