Un corteo di fantasmi

Le teorie correnti, quelle che vi vengono propinate da televisione e giornali, sono arcinote. Le donne muoiono ammazzate perché i loro compagni hanno avuto un raptus, erano depressi, stavano per essere "lasciati" o lo erano già stati, erano disoccupati (e se invece erano imprenditori avevano difficoltà economiche, e se erano benestanti e tutto gli andava a gonfie vele si torna al raptus…). Comunque, una volta dato conto che gli uomini non sono responsabili degli omicidi di donne anche quando li pianificano, le notizie svaniscono. [leggi]