Camminando sul confine

Giuseppe Stoppiglia Camminando sul confine Città Aperta Edizioni – Macondo libri pag.216 € 12,00

I temi afrontati in questo libro tracciano un percorso sulla frontiera, come luogo dove, abbandonate le proprie sicurezze e certezze consolidate, si è esposti al “volto” dell’altro e alle provocazioni della storia.

Il confine implica divisione, ma contemporaneamente possibilità di “riconoscimento”, di incontro, di scambio, di vivere un “io plurale”. Cancellarlo significherebbe abbandonare i propri territori ai processi devastanti dell’omologazione culturale e della insignificanza etica.

Tra gli argomenti trattati, l’autore dà particolare rilievo alla centralità della persona in un mondo globalizzato, alle paure e alle insicurezze che da questo mondo provengono, ai fermenti della societ&agravecivile, ai problemi dei giovani, dei poveri, degli esclusi, al ruolo dell’educazione.