UN APPELLO PER RIVEDERE IL

Scrivete al Presidenti di Camera e Senato, affinché si attivino per accogliere le indicazioni segnalate dal Presidente della Repubblica dopo aver firmato la legge. Il tempo è poco, ma non possiamo rimanere fermi davanti a questa legge vergognosa.esto tipo da inviare:

Al Presidente del Senato della Repubblica
Al Presidente della Camera dei Deputati

Signori Presidenti dei due rami del Parlamento,
il 15 luglio 2009 il Presidente della Repubblica ha inviato al Presidente del Consiglio dei Ministri, ai Ministri della Giustizia e dell'Interno ed ai Presidenti del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati, una lettera nella quale poneva ed argomentava vari e gravi rilievi critici sulla legge approvata in via definitiva dal Parlamento col voto del Senato del 2 luglio 2009 recante "Disposizioni in materia di pubblica sicurezza", volgarmente nota come "pacchetto sicurezza".
Dalla lettera del Capo dello Stato si evince la sua autorevole, esplicita, energica sollecitazione ad una riconsiderazione delle parti di essa che palesemente confliggono con la Costituzione della Repubblica Italiana, con le norme di diritto internazionale recepite nel nostro ordinamento e con i principi della civiltà giuridica.
Condividendo il comune convincimento che parti decisive di quella legge siano in contrasto con la Costituzione della Repubblica Italiana, con la Dichiarazione universale dei diritti umani, e con i più basilari valori, principi e criteri della civiltà umana, con la presente siamo a richiedere che la legge nota come "pacchetto sicurezza", recante norme palesemente incostituzionali e violatrici di fondamentali diritti umani, sia nuovamente ed al più presto portata all'esame del Parlamento affinché sia modificata conformemente al dettato della Costituzione della Repubblica Italiana, alle norme di diritto internazionale recepite nel nostro ordinamento e ai principi della civiltà giuridica.
Distinti saluti,

Per scrivere al Presidente della Camera usate il form al sito:
http://presidente.camera.it/servizio/30/mail.asp
Per scrivere al Presidente del Senato:
schifani_r@posta.senato.it