Via, via, brutta razza di puzzoni!

Ogni volta che mi arrivano da Paolo storie come questa, mi chiedo sempre, tentennando tra paura e preoccupazione, se pubblicarle o meno. Viviamo in un Paese disorientato, moralmente corrotto, chiuso nelle sue piccole meschinità: quello che ci racconta sarà letto con indignazione o sarà accolto come un esempio da seguire?