Carissimi 5

Carissimi, Pace e bene.
Ho conversato con Fredy (Frederick), un adolescente positivo, di 14 anni, capo chierichetti della comunità di Nossa Senhora Aparecida. Fredy frequenta la scuola di sera, durante la notte fa il telefonista di un punto di taxi e dorme di giorno. Mi ha detto: “Come è lunga la notte! Ma non desisto, perché immancabile sorge il sole!”.
Grazie, Fredy, mi hai suggerito lo schema del messaggio “bifronte” della Pasqua 2010.
“Come è lunga la notte!”.
Qui la notte è: incuria verso la parte più debole della società, salari da nababbi dei politici, corruzione, meninos de rua, banalità diffusa dai mezzi di comunicazione, violenza che falcia la vita per un telefonino o due grammi di cocaina, il pizzo dei poliziotti sugli spacciatori e usuari di droga…
Da voi la notte è ugualmente lunga e buia: è la ventata di razzismo, la sfiducia nella politica, lo scandalo della pedofilia¹, la disoccupazione, il disorientamento esistenziale…
È notte, fratelli e sorelle, notte anche nei cuori.
”Ma so che immancabile sorge il sole”. Ci sono già “squarci di aurora”.
-Sono le mamme che hanno deciso di continuare come volontarie il Projeto criança e adolescente, anche se gli aiuti sono dimezzati. Io m’incanto a vedere queste mamme visitare le case con un quaderno e una biro in mano; esse fanno il catasto delle famiglie, invitano i ragazzi a frequentare i nostri centri per avere il doposcuola, lo sport, la multimistura contro l’anemia….
-Sono i 60 iscritti alla Scuola di teologia, che è serale e della durata di 2 anni!
Sono i 40 giovani e adulti che hanno partecipato al ritiro su fede e politica. 2010 è anno di elezioni e i “ritiranti” hanno capito che la religione senza la politica è morta. La politica, cioè la cura del bene comune, non può restare in mani sbagliate. I politici buoni sono pochi, ma ci sono: scoprirli e appoggiarli è il compito dei cristiani, con una spiritualità integrale, cioè mistica e militante.
– È Oscar Romero, vescovo di El Salvador, martirizzato 30 anni fa. Il popolo l’ha già fatto santo. Roma, confusa, aveva detto che Romero non è martire perché è morto in odio alla giustizia e non in odio alla fede. Ma tutti i santi muoiono per amore, per amore del Regno di Dio. E, secondo la definizione di Paolo, il Regno di Dio è giustizia, pace e gioia nello Spirito (Rm 14,17). Leggo con gioia che la causa di beatificazione di Romero adesso va avanti.
– È Tiziana che ogni lunedì mi manda per e-mail la poesia della settimana. È la premura delle mamme in preparare decotti miracolosi per il mio diabete. È Rosa, o Pedalino (nome d’arte), una consacrata che ha piantato la sua tenda qui. È Marlene che all’intervista di ammissione al Ministero dell’Eucarestia, mi ha raccontato la sua pasqua: per sei anni ha allevato da sola i figli, ma ha poi riconquistato il marito che adesso è Coordinatore della Comunità!
Sentinella, a che punto siamo della notte?
Per chi ha fede, il sole del nuovo giorno è già spuntato. Siamo a Regno inoltrato. Siamo a Pasqua inoltrata. Buona Pasqua!
P. Arnaldo DeVidi
—————————————————————————
(¹) Di proposito non ho scritto “pedofilia dei preti”, perché il problema è generale: in Germania, per es., dal 1995 ci furono 210 mila denunce di abuso di minori, delle quali 300 coinvolgono preti cattolici (pari a meno dello 0,2% dei casi).