20 novembre 2011 – Assemblea di Macondo per il rinnovo delle cariche

«Se un uomo parla e agisce con mente chiara,
la gioia lo segue come l’ombra che mai abbandona».

[Tradizione buddista]

Amiche e amici carissimi ,

il rinnovo (ogni tre anni) delle cariche dell’Associazione ci costringe a lasciarci toccare dalla vulnerabilità collettiva e sperimentare la fatica di diventare seme nel tempo opportuno (kairos) delle nostre vite.
Sono entrato nell’ultima stagione della vita. Ho sempre più vivo dentro di me il frammento del salmo: «Sta in silenzio davanti a Dio e spera in lui», che p. Pio Parisi diceva essere il versetto con maggior carica rivoluzionaria che esista.
Sto provando a capire questa carica. Quello che ho afferrato è il legame con la mia creaturalità, sperimentata come unico spazio di dialogo e di relazione.
Mi pongo frequentemente le domande: chi sto diventando attraverso le tante cose vissute? che cosa ci sono stato a fare nel mondo? La risposta mi parla di una ricerca di senso attraverso l’esperienza del limite e della vulnerabilità.
La domanda di autorealizzazione chi sono? da molto tempo è sostituita da cosa devo fare? Rispondere all’imperativo tu devi offre qualche sprazzo di luce sul chi sono. È radicata in me la coscienza di essere in debito con tutti.
Da questa condizione di creatura, che si sente carica del male, prorompe il grido che è inizio della liberazione, perché Dio ascolta il grido degli oppressi, come dice la Bibbia.
La mia destinazione è di essere seme in quello che verrà e che non ci è dato di conoscere se non nell’intensa esperienza di sentirci amati e di amare ogni giorno.
A questa nudità mi alleno nel procedere degli anni diventando sempre più trasparente. Questo vuoto radicale è necessario a tutti per sostenere un processo di transizione non scontato, quale è quello che stiamo vivendo e che richiede un ascolto autorevole della realtà.
Per essere adulti, sia come persone che come associazione, dobbiamo maturare la capacità di interrogarci, di lasciarci interrogare e di dare risposte. La vulnerabilità che abbiamo toccato, condiviso, cioè la storia del mondo, ci ha permesso di non avere paura delle nostre storie personali. Richiamandoci al passato, ci siamo posti di fronte al presente/futuro.
Mi ha sempre colpito l’atteggiamento spontaneo e fraterno dei giovani. In questo periodo sono turbato proprio dal mondo giovanile che si aggrega in una forma di autoreferenzialità quasi psicotica. Nell’era della straripante crescita della comunicazione, la comunicazione tra i ragazzi è povera, soprattutto sul piano affettivo. Si crea il branco, più che il gruppo, mancano cioè l’aggregazione fraterna e la forte solidarietà interpersonale. Vedere dei giovani inneggiare a Berlusconi produce in me ripugnanza. Non solo per le sue malefatte, ma per il contenuto della sua vergognosa immediatezza godereccia, senza alcuna traccia di valori dello spirito.
Continuo a chiedermi quale sia la vitalità di questo momento, quale sia la capacità di essere custodi del passato e generatori del futuro. Etty Hillesum nel suo Diario ha scritto: «L’unica cosa che si può fare è offrirsi umilmente come campo di battaglia».
La Segreteria uscente, riunitasi sabato 8 ottobre, ha convocato ai sensi di Statuto l’Assemblea Generale dell’Associazione Macondo per il rinnovo delle cariche per il triennio 2011-2014 (Presidenza e Segreteria Generale) che si terrà

Domenica 20 novembre 2011
alle ore 9:00 (in prima convocazione)
e alle ore 10:00 (in seconda convocazione)
Pove del Grappa (Vi) – sede nazionale – Via Romanelle 123

InvitandoVi a partecipare all’assemblea, Vi consegno questo pensiero come spazio per incontrarci e programmare. Parleremo anche di questioni concrete e organizzative, ma sapendo che ospitare l’umanità fragile e rintracciare i germi di fiducia costituisce l’immergersi nel mistero della vita.
Vi aspetto con gioia e Vi abbraccio con affetto e tenerezza,

Giuseppe Stoppiglia

□ ■ □ ■ □ ■ □ ■ □ ■ □ ■ □ ■ □ ■ □ ■ □ ■ □ ■ □ ■

Programma della giornata del 20 novembre 2011:

ore 10:00    – saluti e presentazioni
ore 10:30    – relazione del presidente Giuseppe Stoppiglia
ore 11:00    – interventi e discussione, presentazione delle candidature
ore 11:30    – costituzione del seggio ed elezioni
ore 13:00    – chiusura con il pranzo

N.B.

Vi preghiamo, se vi è possibile, per ragioni organizzative (in particolare per il pranzo), di confermare la Vostra presenza attraverso:

• una e-mail all’indirizzo: segreteria@macondo.it

• un fax al n.                      (0424) 808407

• una telefonata al n.          (335) 5820551 (Vittorino Deganello, segreteria organizzativa)