Pasqua 2012

Carissimi

Pace e Bene! Buona Pasqua!

Abaetetuba celebra 50anni di missione saveriana.I primi 4 saveriani giunsero ad Abaeté, quand’era un paesotto. Oggi è una città di 90mila abitanti con 6 parrocchie. Ed è diocesi. Le opere saveriane non si contano:

< il ColégioS. Francisco Xavier è la maggiore e migliore scuola della città e presto

ospiterá la facoltà di Teologia;

< il Colégio Cristo Redentor funziona con 33 classi, in tre turni -mattino, pomeriggio

e sera- per 1.200 alunni, con annessa una scuola professionalizzante;

< le scuole rurali, nelle cappelle, han abilitato mamme e giovani all’insegnamento;

< il Lar dos Meninos svolge un lavoro bio-psico-sociale con 2.600 ragazzi dai 7 ai

17 anni, grazie a 250 educatori volontari;

< per i piccoli che stavano fuori della scuola è nata la Escola Criança Esperança;

< il Centro Médico Nossa Senhora da Conceição, affidato alle saveriane, cura la

salute delle mamme e dell’infanzia;

< i “Clubes de Mães” combattono il machismo e l’instabilità familiare, promuovendo

la donna (15 ragazze della diocesi abaetetubense son diventate saveriane!).

Sono sorte anche: la libreria, la radio-Tv(!), il “Bairro Cristo Redentor” (di 250 case)…

E’ stato detto, esagerando: Abaetetuba è la città più religiosa del Brasile, tante sono le devozioni ai santi e le procissioni.

Ma è stato anche detto, esagerando, che Abaetetuba è la Medellin del Brasile, con la droga spacciata alla porta delle scuole. Un altro problema è l’alcoolismo, così diffuso che la diocesi vieta la vendita di bevande alcooliche nelle sagre patronali.

Per affrontare le molte sfide, fin dall’inizio noi saveriani abbiamo promosso pastorali profetiche, come: Comissão Pastoral da Terra per accompagnare i conflitti di terre, Pastorale Operaia e Pastorale dei Pescatori, Centro de Defesa dos Direitos Humanos, Centro Dom Angelo Frosi per il recupero dei tossico-dipendenti…

Tra gli anni 70 e 80 la mafia politica s’è incomodata con i saveriani che aiuta-vano il popolo a prendere coscienza della sua dignità e dei suoi diritti. Un giornale fece una crociata, accusando il vescovo e i padri di essere agenti del comunismo e preparare la rivoluzione con un arsenale clandestino di armi(!?). Le Comunità Ecclesiali di Base si sono strette in difesa dei missionari. Da allora il clima è sereno.

Il popolo di Abaetetuba ringrazia i missionari saveriani (quasi cento in 50anni), celebrando, in 12 mesi, mezza dozzina di Giubilei: della Bibbia-e-Catechesi, Liturgia, Pastoralefamigliare, Giovani, Opere Sociali e Popolo di Dio. Qui l’eccesso è mistica!

Intanto io, parroco di 20mila e rettore del Santuario Nossa Senhora do Perpétuo Socorro, sono alle prese con cedimenti delle fondamenta e un’invasione di termiti. E sogno col salone moltiuso (S. Guido Conforti) nel quartiere più tossico della periferia.

Signore, non permettere che ci stanchiamo, né che si spengano i sogni: Oh, Pasqua!!

Abaetetuba, 2 Marzo 2012 p.Arnaldo DeVidi- arnaldo.devidi@virgilio,it

PS. Vi devo un feed-back sul presepio che volevo “aggiornato”. Manoel (nostro Mastro Geppetto) l’ha

risolto appendendoi problemi attualisu una parete, vicino al presepio (e non ha accettato di mettere la

Sacra Famiglia in bicicletta per la fuga verso l’Egitto).

POESIOLA PASQUALE (per i piccoli)

In cima al pianeta In cima al pianeta

c’è il monte Calvario c’è il monte Calvario

là c’è la tua croce in cima al Calvario

Gesù missionario. ci sono tre croci

In cima al pianeta la croce di mezzo

sul monte lassù più alta più dura

la croce è il tuo trono sostiene Gesù

Signore Gesù. Il gran missionario

In cima al Calvario re senza paura.

più alta più dura In cima al pianeta

la croce ti abbraccia c’è il monte Calvario

re senza paura. in cima al Calvario

Gesù, eri stanco s’innalza la croce

di tanto lottare che regge Gesù.

la lancia nel fianco Di cuore squarciato

ti fa riposare. di braccia aperte

E’ già primavera il gran missionario

mattino radioso: ci salva lassù.

risorge da morte Vicino al Calvario

Gesù vittorioso. c’è un grande giardino.

Mattino radioso,

risorge da morte

Gesù vittorioso.

Con i coniglietti

coi fiori del ramo

pulcini ed ovetti,

Gesù io ti amo.

MESSAGGIO

E viene la quaresima, così feriale:

tu, Gesù, giovane laico della periferia,

mistico itinerante, ci diventi famigliare.

Gesù, appassionato difensore degli orfani,

mano tesa ai molti ribelli e maledetti

perché non si sentano perduti nei vicoli

(tu metti le persone al di sopra dei precetti).

Gesù, araldo del Regno di Dio sulla terra;

fedele fino alla morte, senza paura,

perché intimo all’Io del Padre che è Vita

(solo hai nostalgia della madre, degli amici…).

Gesù, morto e risorto, mio disarmato sovrano,

passione e giudizio dell’uomo. Ti faccio posto.

Oh, quanto ho bisogno (abbiamo bisogno!)

della metamorfosi della tua Pasqua:

la vittoria creduta oltre l’evidente sconfitta,

io, assetato di senso, di vita, di verità

nell’interminabile pellegrinaggio della fede…

P. Arnaldo DeVidi

_______________________________

NB. Per offerte vale ancora:

Ccp 00204438, a: Procura delle Missioni Saveriane, V.le S. Martino 8 – 43100 Parma (per P. DeVidi, Salone S.Guido)