Visita alla piccola scuola di Domingos

Siamo al villaggio Domingos a circa 7 km da Morrumbala (a nord di Beira) ai piedi della montagna sulla cui parete che dà sulla strada, è ben visibile una grande impronta in bassorilievo di una porta; le storie metropolitane di Morrumbala la definiscono montagna sacra, si dice che all’interno ci abitano gli spiriti degli antenati.
Tre anni fa eravamo qui per la prima volta; la scuola che avevamo visto allora assomigliava a tutto fuorché a una scuola; era una lunga capanna divisa in 3 parti con pezzi di tronchi di legno a fare da panca senza banchi; tutto questo ad uso di una 15 di insegnanti per circa un migliaio di bambini potenziali frequentatori.
È scattata una molla, una serie di coincidenze ha fatto incontrare il bisogno con le disponibilità.
Una bozza di progetto; indirizzato su risorse disponibili ha portato ai risultati sotto descritti.
Quel che si voleva non era solo costruire locali adeguati , ma coinvolgere la popolazione quanto era possibile, assieme a Nexus, Udcm e i falegnami aggregati all’«associazione, l’impresa di costruzione, volontari e sostenitori.
Un’impresa locale ha costruzione il manufatto, si è attivato un gruppo di falegnami (persone con poche ed essenziali conoscenze di base sul mestiere, nessuna macchina industriale per lavorare, solo lavoro manuale; con questi si è costruito un primo lotto di 130 sedie, 60 banchi e 4 scrivanie, un lavoro che li ha impegnati per circa tre mesi.
Con questa visita andiamo a verificare lo stato di avanzamento dei lavori, si sta completando un secondo lotto con la costruzione di ulteriori 4 aule, che si aggiungono agli alloggi per gli insegnanti.
Lunedì prossimo (primo di aprile) parte il lavoro per la costruzione del secondo lotto di tavoli sedie e scrivanie; a fine anno anche tutta questa parte del progetto entrerà in funzione.
Al progetto manca ancora la sistemazione di un locale da adibire a scuola materna scopo è quello di aumentare le occasioni per meglio sviluppare l’insegnamento.
Chi per primo ha immaginato, pensato, e progettato tutto questo non pensava che fosse veramente possibile, mai avrebbe immaginato che tutte le coincidenze che servivano si sarebbero potute incontrate.
Forza Milo (compagno e guida di viaggio di Umberto e Lidia)!!!
Se fossimo a casa diremmo che questo è un lavoro fatto, ma invece siamo qui a Domingos! Morrumbala! Mozambico! Il vero lavoro quello più lungo e più difficile parte già da ora.
L’obiettivo è fare di questi locali una vera scuola, avere degli insegnanti veri e all’altezza dei loro compiti e non solo studenti stagisti in sperimentazione, e, per gli abitanti del villaggio finalmente l’occasione di una vera scuola per i loro figli.