Bruno Amoroso, la scomparsa dell’economista allievo di Federico Caffè

È morto venerdì 20 gennaio a Copenaghen Bruno Amoroso, l’allievo prediletto del grande economista pescarese Federico Caffè.
Amoroso era nato a Roma, ma i suoi genitori erano originari di Rapino (Chieti): l’economista allievo di Federico Caffè teneva molto alle sue radici abruzzesi e non aveva mai perso il legame con il territorio dove tornava in vacanza da ragazzino e che ha dato i natali al suo maestro, al quale ha intitolato il centro studi che aveva fondato in Danimarca, dove era docente emerito all’Università di Roskilde.
Macondo è entrato in rapporto con Bruno attraverso Mario Bertin, il Gruppo di Lugano e l’Università del Bene Comune. Ha collaborato alla rivista Madrugada con vari articoli.
«Bruno era uno studioso di livello internazionale ma di carattere discreto e riservato» – come ha ricordato stamattina l’amico Riccardo Petrella – «Era uno che sapeva ascoltare e far parlare gli altri».