logo macondo

Associazione MACONDO

per l'incontro e la comunicazione tra i popoli

Uruguay

di Berri Davide

Le fotografie di questo numero di Madrugada

Gli scatti che trovate nella rivista raccontano l’Uruguay, una tappa nel viaggio che ho fatto con altri amici in Sudamerica. Questo paese si è presentato multi facce come del resto è tutto il continente in cui si trova.
Ci ha accolto la capitale Montevideo, con i suoi viali, con i suoi quartieri “vecchi” e i quartieri sconsigliati ai turisti, considerati pericolosi… anche qui ho trovato una situazione di contrasto molto forte, fra ricchezza e povertà. Questo cercare di nascondere la situazione reale del luogo, isolando il problema in quartieri marginali, facendo peggiorare i disagi già esistenti, sembra essere una costante del Sudamerica. Da Montevideo siamo passati a Punta dell’Est, luogo da cui siamo scappati immediatamente a causa del suo forte richiamo all’occidente e ci siamo diretti a Punta del Diablo, dove ho trovato le “origini” del popolo uruguaiano. Le barche con le reti, arenate sulla spiaggia, mi fanno pensare che è un villaggio di pescatori, le case arrangiate con lamiere e tetti in paglia e le poche locande che servono cibo fanno intendere che questo villaggio non è stato ancora rovinato dal consumismo emergente. Facendo conoscenza con la gente del luogo,veniamo a scoprire che questo villaggio sarà raso al suolo nel 2010 per costruire un’altra “Punta dell’Est”.
Gli abitanti del villaggio non sono in regola con le case e i proprietari terrieri (esteri) sfolleranno la zona, sicuramente trasferendo quest’ultimi nei soliti quartieri marginali… sopprimendo le origini e la cultura di questo popolo.