Macondo e dintorni

CRONACA MACONDO E DINTORNI

14.12.92 – Maria Stoppiglia e Daniela Zanni partono per il Brasile. Nella casa di accoglienza a Rio de Janeiro intanto, Carmelo, Monica ed Alessandro svolgono la normale attività di ospitalità; nello stesso tempo Carmelo lavora presso l’Ospedale Psichiatrico di Santa Giuliana e tiene lezione all’Università Federale di Rio sulla Psichiatria in Italia;

17.12.92 – Loretta Furlan responsabile del progetto San Martino ha organizzato nella sala Angarano di Bassano un incontro con il Vice Presidente della San Martino di Rio, appositamente in Italia per incontrare i padrini e madrine della San Martino. All’incontro erano presenti molti giovani e ragazze.

Per le adozioni a distanza è stato aperto un nuovo conto corrente postale intestato a Farinelli Gaetano, visto il flusso rilevante di quote mensili. Nella causale di versamento è stampato: Adozione a distanza Sao Martino.

22.12.92 – Beppe Stoppiglia e Gaetano Farinelli si sono incontrati con un gruppo di Pianezze (referente è Sergio) per delineare un progetto di scambio e di solidarietà con Gino Tapparelli di Salvador di Baia.

02.01.93 – Segreteria di Macondo; molti gli argomenti dell’ordine del giorno:

– atti dell’assemblea generale;

– approvazione della divisione territoriale;

– progetto coppia Marchi (in questo numero di Madrugada puoi leggere la lettera dei coniugi Beppe e Giliana Marchi che illustrano le finalità del loro progetto a Rio de Janeiro);

– viaggio di Stoppiglia in Brasile per tessere una rete di relazioni, punto di riferimento per soci e simpatizzanti nel viaggio all’interno del paese;

– corso di formazione per formatori per uno sviluppo della conoscenza dei popoli, per chiarire l’entità di Macondo, e il senso dello scambio alla pari;

Il corso prende inizio il 02.05 a Ca’ Fornelletti in provincia di Verona.

07.01.93 – Carmelo e Monica rientrano da Rio de Janeiro, dove si sono fermati anche per sostituire Maria Stoppiglia. Della loro attività rendiamo conto a parte con due articoli firmati dagli stessi.

09.01.93 – Cena a casa di Giorgio Gardiman a Treviso; è stata l’occasione per l’incontro con alcuni fuoriusciti Serbi, e conoscere documenti concernenti le cause dello scontro politico e poi militare in Iugoslavia.

12.01.93 – Il presidente Giuseppe Stoppiglia viaggia per Salerno, Cosenza , Taranto e Bari per consolidare rapporti al Sud e costruire nuove relazioni. Di grande utilità in preparazione del viaggio il coordinamento di Angelica Sansone .

Per ottobre 1993 si allestirà una festa brasiliana a Taranto. E’ una grande occasione per conoscere il Sud nei colori della gioia.

A Salerno incontro con alcuni gruppi coordinati da Mimmo de Simone, presidente del MOVI della Campania.

A Cosenza parla agli studenti di due corsi di Sociologia, guidati dal prof. Piero Fantozzi, socio di Macondo.

A Taranto incontra il primo nucleo di soci di Macondo ed al centro culturale della Università Cattolica presenta gli obiettivi di Macondo.

Il giorno seguente parla ad alcune classi dell’Istituto Superiore per il Turismo dove insegna l’Angelica Sansone, sui Bambini di Strada.

Rientra dopo aver incontrato a Bari altri amici di Macondo

18.01.93 – Stoppiglia partecipa a Reggio Emilia ad una tavola rotonda sulla solidarietà.

21.01.93 – A Firenze Stoppiglia parla ad un gruppo di operatori sulla solidarietà planetaria.

22.01.93 – Ancora Stoppiglia a San Donà (VE) tiene una conferenza ad un gruppo di lavoratori sul senso della fraternità mondiale.

23.01.93 – Antonino Lazzarin organizza alla Scuola Brocchi di Bassano un incontro per i giovani del 4°e 5° anno della Media Superiore: le relazioni sono tenute da Stoppiglia.

28.01.93 – Un gruppo di giovani di Camposanpiero (PD) organizza una serie di conferenze sulla pace. Giuseppe Stoppiglia affronta il tema sotto l’aspetto economico, esponendo come le cause del conflitto siano generate dagli squilibri internazionali.

29.01.93 – Nella Biblioteca comunale di Villorba Stoppiglia tiene una conferenza sui rapporti Nord-Sud.

30.01.93 – A Fietta in provincia di Treviso si è tenuto un incontro tra quanti sono partiti nel 92 per il Brasile. L’incontro era stato invocato già alla prima verifica del viaggio ed animato da Antonino e Nelma. Si è ribadito il bisogno di dare continuità ai buoni propositi di rientro in Italia. Allo scopo alcuni riprendono il corso di Portoghese per approfondire la conoscenza del Brasile, ed aprire riflessioni sulla disponibilità in Italia.

Ambedue le volte abbiamo goduto dell’ospitalità del Fratelli delle Scuole Cristiane di Paderno nella loro villa.

06.02.93 – Bologna. Coordinamento nazionale di Macondo. Sono presenti tutti i coordinatori di area: Sansone Angelica, Miola Carmelo. Giorgio Rossetto, Gianni Pedrazzini. Manca Carlo Colli; partecipa ai lavoro tutta la segreteria.

Dalla discussione emerge che il coordinamento ha la funzione di decentrare le attività dell’associazione in Italia, per valorizzare le risorse umane in Italia.

La presenza di un responsabile locale può raccogliere fermenti e le istanze che insorgono al rientro dai viaggi in Brasile.

Era presente anche Pippo Morelli ora gravemente ammalato, che faceva il punto sull’Annuario e sul Seminario, proposte avanzate nel 92 e che ormai erano pronte (almeno l’Annuario).

Per il lavoro di coordinamento si dovrà aprire un capitolo di spesa.

13.02.93 – Apertura del corso di Portoghese. Tiene la prolusione Gaetano Farinelli sugli obiettivi generali. Antonino e Nelma presentano il metodo, il programma e il calendario delle lezioni.Sono presenti circa 20 persone, che poi seguiranno il corso a scadenza settimanale.

A Bologna e a Trento sono avviati corsi collaterali di Portoghese sempre da Nelma e Antonino.

13.02.93 – Nello stesso giorno Giuseppe Stoppiglia e Pippo Morelli partono per il Brasile per preparare una rete di relazioni e di coordinamento per i viaggi e per l’associazione: Rio de Janeiro, Vittoria, Belem, S. Louis, Recife, Joao Pessoa, Salvador, Brasilia, Belo Horizonte, San Paolo.

Abbiamo aggiornato il nostro indirizzario brasiliano primitivo sullo schema: luoghi di accoglienza, persone disponibili ad accompagnare, realtà di scambio (gruppi, persone).

A quanti sono interessati consegneremo l’indirizzario in occasione della partenza in Brasile.

06.03.93 – Pippo Morelli in rientro dal Brasile viene colpito da una grave emorragia cerebrale che lo tiene tuttora degente all’ospedale di Reggio Emilia in condizioni molto gravi. Noi ci auguriamo che sia riconsegnato all’affetto della sua famiglia e a noi la sua intelligenza e simpatia.

13.03.93 – Segreteria Macondo a Pove. Di rientro dal Brasile Giuseppe Stoppiglia ci racconta del viaggio e dei suoi incontri: ci sembra di vivere come in una favola l’esperienza brasiliana sua e nostra; ci racconta di nomi noti, e di volti nuovi.

Il suo racconto è stato schematizzato nel nuovo indirizzario di cui sopra.

17.03.93 – Si riunisce a Bassano lo staff che prepara la festa brasiliana: responsabile e coordinatore è Gianni Castellan.

Si delinea lo schema di lavoro, si discute sulla struttura della giornata, e poi si piomba a capofitto sull’organizzazione della mensa e della lotteria.

Sono i piatti ghiotti ed amari dell’organizzazione della festa brasiliana che si terrà a Ca’ Cornaro, domenica 23 maggio.

Prepara l’abito da festa brasiliana, e non mancare.

27.03.93 – A Caerano il Presidente Stoppiglia Giuseppe si incontra con il “Gruppone” che si organizza da anni nella sensibilizzazione e per interventi di solidarietà con i Paesi in via di sviluppo.

31.03.93 – Ancora incontro dello staff che prepara la festa brasiliana.

Altre feste sbocceranno sul territorio italico:

a Sabbioneta (MN), a Formigine, a Taranto, e… a casa tua.

01.04.93 – Stoppiglia si incontra con il gruppo di Roma che fa capo a Mario Bertin e Massimo Di Felice. E’ un occasione di consolidamento amicale attorno allo spirito di Macondo.

07.04.93 – Mario Bertin nello spirito dello scambio, che è arricchimento dell’esperienza di ciascuno a Pove del Grappa presenta il libro “Francesco”, di cui è autore.

E’ un’occasione d’incontro con i giovani e di dialogo nel senso della vita che sboccia nel rapporto con l’altro sul piano dell’essere, che è nulla di sé.

11.04.93 – Pasqua di nostro Signore Gesù Cristo. Piove.

19.04.93 – Gianni Ramarro parte per il Brasile per accompagnare un progetto di formazione professionale in quel di Rio de Janeiro assieme a padre Gino Serafin. Augurio di felicità. Sarà un punto saldo anche per i soci di Macondo a Rio de Janeiro.