questo è index.php

Scorrendo le pagine di Madrugada

Lo so, lo so che siete tutti rientrati. Il mare, i monti sono ormai lontani. Anche quelli che ci abitano appresso, sono ormai lontani. Perché la lontananza è una condizione psicologica. E siamo tornati tutti in direzione diversa. Ci siamo trovati in un punto; e poi diversamente rientrati, che poi diversamente ci eravamo confluiti. Nel […]

Leggi...

Se il futuro è già calcolato la nostra anima è vuota

L’agire si riduce a fare e non rimane più spazio per l’etica «Sappiatelo, sovrani e vassalli, eminenze e mendicanti, nessuno avrà il diritto al superfluo, finché uno solo mancherà del necessario». [Salvador Diaz Miròn, poeta messicano] «L’uomo d’oggi guarda, ma non contempla, vede ma non pensa». [Eugenio Montale] Nella Pasqua ebraica i cibi serviti erano […]

Leggi...

Diversità

Diversità e differenza Che la nozione di diversità sia consueta manifestarsi in contesti discorsivi sull’ordine dei quali tende, almeno da qualche tempo, ad esercitare una funzione, per così dire, di regolazione filosofica e quindi di orientamento complessivo del palinsesto “teorico generale” il concetto di differenza, è circostanza che da sola fornirebbe un buono spunto per […]

Leggi...

La diversità in un futuro di vicinanze estreme

Stranieri tra noi C’è un’incredibile forza di attrazione che orienta nella piccola propaggine dell’Eurasia intensi flussi migratori, carichi di bisogni e speranze, di attese e di rancori, di memorie e di paure. I muri che la dividevano, crollati, ora la aprono, a nuovi orizzonti, e insieme la espongono: i suoi popoli, e le sue storie, […]

Leggi...

Diversa-mente

Diversità umane e azioni sociali La diversità come costruzione sociale Il tema delle diversità e della loro gestione interessa in maniera sempre più significativa l’epoca in cui stiamo vivendo. Pensare alle diversità umane e a come gestirle significa immaginare il tipo di società che abbiamo in mente. Se ancora oggi le città sono in larga […]

Leggi...

Diversità di genere: il femminile

Inabissarsi per risorgere Diversità, nella lingua italiana significa quel qualcosa che distingue, che rende unici, che permette di essere riconosciuti da segnalazioni immediate. La diversità di genere riguarda la grande divisione dell’umanità in maschile e femminile. Solo dentro questi due grandi universi possiamo collocare la presenza di donne e uomini. Il maschile e il femminile […]

Leggi...

Frate Elia: elogio del tradimento

Nei mesi trascorsi si è celebrata, un po’ in sordina, una particolare ricorrenza: la consacrazione della basilica di San Francesco in Assisi. I giornali ne hanno parlato. Contemporaneamente si ricordava anche – ma nessuno se ne è occupato – il 750° anniversario della morte di frate Elia, amico di Francesco e primo ministro generale dell’ordine […]

Leggi...

I “nemici” e la scommessa dell’amicizia

Il caso Guantanamo Chi sono i nemici? Nella storia del pensiero politico-giuridico la domanda con la quale si apre questa breve riflessione ha ricevuto diverse risposte, ma non può non riconoscersi che, in proposito, una delle tesi tradizionalmente più significative ha trovato una sua coerente e completa espressione con l’opera di Carl Schmitt (1888-1985). L’importanza […]

Leggi...

Sono forse scomparsi i maestri?

Quando l’allievo è pronto Agitare prima dell’uso Non era roba da intendere ma da adoperare, roba già fatta. C’era nel cinema, nelle canzoni, nelle cronache sportive dei giornali, nei programmi da ridere alla radio: non forniva idee alla gente, né serviva a mutare gli animi o la vita: anzi, forniva oggetti confezionati, delle macchinette culturali […]

Leggi...

Europa. La direttiva Bolkestein

Quali norme? Il 5 giugno scorso attorno alla stazione Nord di Bruxelles si è svolto uno sciopero che ha unito le diverse anime del sindacalismo belga, le ONG e le associazioni della società civile, per lanciare un segnale d’allarme a tutti i sindacati continentali e ai deputati eletti alle elezioni europee di metà giugno. La […]

Leggi...

Mostar: perché?

Diario da Sarajevo – II Un poliziotto musulmano La prima sera che siamo uscite, a Mostar, Ljubica guidava ed è stata fermata dalla polizia. C’era una nuova legge, in vigore da pochi mesi, che permetteva di guidare l’auto solo se possessori o con delega del proprietario. L’auto era stata intestata alla nonna perché all’epoca era […]

Leggi...

Cronaca dalla sede nazionale

1 maggio 2004 – Crocetta del Montello (Tv). Incontro con gli scauts, una delle poche associazioni che ancora resiste alla frammentazione, perché ha puntato sulla formazione e che pur sente la difficoltà di trovare un orientamento, perché oggi il problema non è la sopravvivenza, ma quella di dare senso al vivere. Tema dell’incontro: la violenza […]

Leggi...